=

Traduci

Cerca nel blog

"Benvenuti nel Nuovo Ordine Mondiale". Bruce Springsteen, 1995, The Ghost Of Tom Joad



Quando ne parlava Giorgio Napolitano del Nuovo Ordine Mondiale era ottimista:



Quando ne parla Renzi del Nuovo Ordine Mondiale, è ottimista:



Quando invece nel parlava Bruce Springsteen del Nuovo Ordine Mondiale, era molto ma molto ma tanto pessimista.
Era il 1996. Ed era in questa canzone che parla di quadri sociali oggi profeticamente osservabili per le vie di piccole e grandi città di mezza Europa.
"Benvenuti nel Nuovo Ordine Mondiale"...cantava "il boss" cercando un dialogo con "il fantasma di Tom Joed" descrivendo gli scenari di una depressione socio-economica...in programma.




Io ricordo che rimasi in trans davanti a quell'esibizione a Sanremo. Avevo 16 anni. Suonavo la chitarra da un paio d'anni e mai avrei immaginato di riuscire a suonarci contemporaneamente anche un'armonica cantando.
Questa canzone è stata la mia maestra. E' solo grazie a lei che ci sono riuscito in pochi mesi.

Ma mai e poi mai, immaginavo allora che quella frase, "welcome to the new world order", l'avrei compresa, osservata e vissuta tra la mia gente 20 anni dopo.



Il Fantasma Di Tom Joad

Uomini camminano lungo i binari,
vanno in un posto da cui non si ritorna,
elicotteri della polizia stradale arrivano dalla colline, 
minestra scaldata al fuoco degli accampamenti sotto il ponte
la fila per un soccorso è così lunga da girare l’angolo,
benvenuti al nuovo ordine mondiale
famiglie dormono nelle loro macchine nel Sudovest
senza casa, senza lavoro, senza pace, senza riposo.
L'autostrada è viva stasera
ma nessuno prende in giro nessuno su dove porti,
sto qui seduto alla luce del falò
cercando il fantasma di Tom Joad
Lui prende un libro di preghiere dal proprio sacco a pelo,
il predicatore accende una sigaretta e aspira
aspettando il giorno in cui l’ultimo
sarà il primo e il primo sarà l’ultimo
dentro una scatola di cartone nel sottopassaggio
hai un biglietto di sola andata verso la terra promessa,
hai un buco nello stomaco per la fame e una pistola in mano
dormi su un cuscino di pietra dura
ti lavi negli acquedotti della città
L'’autostrada è viva stasera,
tutti sanno dove porti,
sto qui seduto alla luce del falò
cercando il fantasma di Tom Joad
Tom disse “mamma, ovunque trovi
un poliziotto che picchia un ragazzo,
ovunque trovi un neonato che piange per la fame
dove ci sia nell'aria la voglia di lottare
contro il sangue e l’odio
cercami, mamma, io sarò lì
ovunque trovi qualcuno che
combatte per un posto dove vivere
o un lavoro dignitoso, un aiuto,
ovunque trovi qualcuno che lotta per essere libero,
guarda nei loro occhi, mamma, vedrai me”
L'autostrada è viva stasera
ma nessuno prende in giro nessuno su dove porti,
sto qui seduto alla luce del falò

con il fantasma di Tom Joad